www.icdeamicisrandazzo.edu.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Questo sito utilizza i cookies per le statistiche e per agevolare la navigazione nelle pagine del sito e delle applicazioni web. Info

Home English is fun: imparare divertendosi

English is fun: imparare divertendosi

E-mail Stampa PDF

 

English is fun: imparare divertendosi

Lo scorso 26 marzo, sessantanove studenti dell’IC “Edmondo De Amicis” di Randazzo hanno partecipato a “The Big challenge”, la prima gara online d'inglese per le studentesse  e gli studenti delle scuole secondarie di I grado di tutta Italia. La gara, svoltasi presso il laboratorio linguistico ed informatico dell’istituto, ha visto i partecipanti cimentarsi in un test, differenziato per livello, contenente cinquanta domande di grammatica, civiltà e ascolti da completare in quarantacinque minuti. Su tutto il territorio nazionale sono state ben 192 le scuole partecipanti, delle quali venti per la Regione Sicilia. Il team docenti e il Dirigente scolastico sono orgogliosi dei risultati ottenuti dai propri studenti, che si sono egregiamente distinti in ognuno dei tre livelli predisposti, ottenendo un punteggio medio, calcolato su un massimo di 350 punti, superiore alla media regionale e nazionale. Su 4 939 partecipanti per le prime medie, l’alunna Aurora Calà si è posizionata al sesto posto nella classifica regionale e sessantaseiesima in quella nazionale, con un punteggio pari a 310.00; su 5 212 partecipanti per le seconde medie, l’alunno Angelo La Rosa si è aggiudicato il quinto posto a livello regionale e la cinquantacinquesima posizione  a livello nazionale, con un punteggio pari a 307.50.
A prescindere dal risultato ottenuto dai singoli studenti, è un grande successo per tutta la comunità scolastica, perché la gara e le modalità di preparazione alla stessa sono servite da strumenti motivazionali ai fini dell’apprendimento della lingua inglese, ad oggi tanto bistrattata e temuta dagli studenti di tutte le età.

La referente
prof.ssa Christina Sorbello

Share
 
 33 visitatori online